… privatissimi … pensieri!!!

… Provo generalmente sdegno per chi mistifica la verità , facendo trasparire come veri, messaggi furbamente esaltanti la regola del vivere corretto ed educato … menzogne!!!

Il Tempo – E Brunetta vara la sua «Finanziaria» anti-burocrazia


Tagli per 25 mld

E Brunetta vara la sua «Finanziaria» anti-burocrazia

«È come una Finanziaria». Così, vestendo per un attimo i panni del collega Tremonti, Renato Brunetta presenta la sua Manovra fatta di soli tagli ai costi della burocrazia.

Renato Brunetta L’obiettivo del ministro della Pubblica amministrazione è ridurre il numero degli adempimenti burocratici del 25%, entro il 2012, e far risparmiare alle imprese italiane 25 miliardi di euro.
Sì perché, seguendo le cifre fornire dal Consiglio europeo, i costi della burocrazia italiana valgono il 4,6% del nostro Pil, pari a 75 miliardi di euro. Anche se, spiega Brunetta, è una stima calcolata per difetto e potremmo arrivare a 100 miliardi. E Maurizio Sacconi, ministro del Lavoro che ha presentato i dati con il ministro della Pa, ha spiegato «che c’è una forte incidenza sulle imprese degli oneri che derivano dal lavoro e dalla previdenza».
Allora via al piano anti-burocrazia che interesserà sei settori (privacy, ambiente, prevenzione incendi, paesaggio, lavoro e previdenza) e prevede una riduzione dei costi pari a 4 miliardi – o poco più – ogni anno.
Ma qualcosa è stato già fatto e riguarda proprio il dicastero di Sacconi che ha tagliato 3,5 miliardi di oneri. Nell’ultimo decreto uscito dal Lavoro, è stata prevista l’eliminazione del libro paga sostituito dal libro unico del lavoro. Grazie alle semplificazioni introdotte, l’impresa che sceglie di affidare la tenuta del libro ad un consulente esterno è sollevata da una miriade di oneri perché non deve più conservare nella sede – o nelle sedi – la copia, con conseguente eliminazione di tutti gli adempimenti connessi. E i numeri dicono che se la vecchia procedura costava 6 miliardi, la nuova solo 2,7.
Inoltre è stata eliminata la tenuta del libro matricola presso un consulente esterno, mentre le «carte» dovranno essere tenute in archivio non più per dieci anni, bensì per cinque. Risparmi per le imprese arrivano anche dalla semplificazione delle regolamentazioni riguardanti l’informativa per i disabili.
Insomma, chiosa Brunetta che porterà avanti il progetto anche con il ministero della Semplificazione, «queste norme faranno bene alle imprese, al lavoro, al fisco, alla produttività e competitività del Paese».

Fabio Perugia

06/08/2008

No comments yet»

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: